giovedì 30 giugno 2011

Kitchen Society: una jamoneria a Milano


I vegetariani hanno vita difficile a Milano: nell’ultimo periodo fioccano nuove insegne di ristoranti che ammiccano seducenti ai clienti amanti della carne (come me)!
Una di queste insegne è quella di una jamoneria, fresca di apertura, che si chiama Kitchen Society e che fa parte dello star system del Roialto Group.
L’insegna è particolarmente bella in quanto la sera viene proiettata sul muro esterno di un vicino palazzo insieme all’immagine di un torero dalle rotondità boteriane: impossibile non notarla, nonostante la buia stradina (via Chizzolini) sia una delle più strette che abbia mai visto a Milano.
Oltre all’insegna particolare, il locale è scenografico già guardandolo dall’esterno: la struttura è volutamente tutta in vetro per offrire ai passanti uno spettacolare sipario di numerosi Jamòn de Bellota appesi ordinatamente, come soldatini, nella sala centrale del locale. Difficile non fermarsi a guardare questo spettacolo scenografico e direi praticamente impossibile non entrare nel locale per assaggiare le bontà che la vetrina fa già pregustare con gli occhi.
Dal momento che ieri sera pioveva, non abbiamo potuto cenare nella veranda all’aperto ma nella bella sala interna, arredata con molto gusto e dominata al centro da un tavolo che trabocca di salumi, formaggi e tante altre prelibatezze gastronomiche e sovrastata dal regale “lampadario” di prosciutti illuminati con tante piccole luci.
Quando il locale è così bello, temo sempre che la cucina non sia allo stesso livello dell’ambiente. Ma l’asso nella manica di Kitchen Society è l’eccezionale qualità delle materie prime, primo fra tutti lo Jamòn de Bellota proveniente dall’Estremadura (una comunità autonoma spagnola), che nel menu è in buona compagnia con prelibati salumi italiani, formaggi francesi, mozzarelle di bufala e burrate: tutti prodotti davvero saporiti.
In onore del padrone di casa, abbiamo ordinato un piatto di Jamon Iberico de Bellota che, proprio come una vera star, si è fatto attendere e desiderare prima di essere gustato in quanto il cameriere ha dovuto aprire un nuovo prosciutto e la scelta e la pulizia hanno portato tempo. Tuttavia l’attesa è stata ripagata da un piatto extra di jamòn offertoci molto gentilmente dal locale ed è anche volata grazie alla piacevole compagnia, al buon vino e agli ottimi antipasti (compresi nel coperto) a base di ottime bruschette, pomodori secchi, funghi sott’olio ripieni. Oltre all’antipasto “para compartir” (cioè “condiviso”, come mi spiegava Ale), ognuno di noi ha ordinato una portata e, senza esitazioni, ho scelto l’Extramadura a base di Jamòn Iberico con mozzarella di bufala campana: ottimo connubio fra i sapori che più preferisco in cucina.
Anche gli altri piatti scelti dai miei amici sono stati approvati con entusiasmo, in particolare la selezione di formaggi francesi ha dato grandi soddisfazioni al palato.
Grazie alla vasta offerta di formaggi e di contorni di verdure presenti nel menu, penso che anche i vegetariani possano provare questo nuovo locale, con un’unica raccomandazione (soprattutto per gli animalisti): quella di non guardare le immagini sullo schermo che fanno vedere lo jamòn "prima" (mentre razzola a quattro zampe nei prati) e "dopo" (mentre viene affettato finemente nei piatti).

Kitchen Society
Via Chizzolini, ang. Piero della Francesca Milano (mappa)
Tel: 02 33 60 72 49
Orari di apertura: aperto da martedi alla domenica; 
aperitivo dalle ore 18:30 alle ore 22:30; 
cena dalle ore 21:00; 
chiusura ore 2:00
Conto: 20/30€ bevande escluse
Sito web: http://www.roialtogroup.it/kitchen-society/

2 commenti:

  1. Miam . . . quando vengo a Milano voglio provare. Grazie mille. Questo estate vado a Genova per due mese. Sono molto contento. A Presto!

    RispondiElimina
  2. Adoro Hip Paris! Grazie Erica per essere venuta a trovarmi sul mio blog. Sono sicura che Kitchen Society ti piacerà!
    Au revoir!
    S.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...